Le prime tracce storiche della salina di Pointe au sel, sul territorio nel comune di St.Leu, si devono al cartografo Jean Feuilley che ad inizio ‘700 scrive sulle sue carte “Ici se fait le sel”e racconta di come gli abitanti locali raccogliessero il sale depositando l’acqua di mare nella cavità rocciose ricoperte da grandi foglie di palma.

Il sito viene sviluppato solo a metà ‘800, in seguito alla grande crisi che colpì il settore della produzione di zucchero, un grande proprietario terriero dell’epoca decise di riacquistare lo zuccherificio di Stella Mattutina e vista l’estrema vicinanza, allo stesso tempo, di costruire i primi bacini di raccolta per la produzione di sale.

Nella prima metà del ‘900 che la salina assume la conformazione attuale, il sito é formato da 23 bacini a terrazzamento, l’acqua di mare viene pompata nel bacino di testa e l’acqua discende per gravità nei bacini sottostanti, detti di smistamento-decantazione-evaporazione , sino a raggiungere il più basso, quello di raccolta.  L’azione congiunta del vento e del sole, favorite da un microclima ideale, permettono la formazione di un fine strato superficiale di cristalli puri di sale che viene raccolto manualmente per rastrellamento utilizzando ancora oggi le tecniche agricole tradizionali.

Il Fleur de Sel é un sale integrale non raffinato che conserva una certa umidità, si presenta in cristalli friabili di piccole dimensioni, dal sapore intenso e persistente, dalla produzione molto limitata.

Nature oppure aromatizzato con le spezie e le erbe locali trova il suo impiego nella finitura dei piatti di pesce, carne e verdure, qualche piccolo granello esalta le preparazioni a base di cioccolato e dona carattere ai vostri cocktais, bordando con una fine “crusta” i vostri calici nella preparazione di fantasiosi Margarita.


i nostri produttori di fiducia