L’isola di Réunion, all’epoca chiamata Bourbon, ha avuto storicamente un ruolo importante, grazie alla sua posizione strategica sulla rotta delle spezie.

La compagnia francese delle Indie Orientali viene fondata nel 1664, per volere di Jean-Baptiste Colbert e sostenuta dal Re Luigi xiv, con lo scopo di commercializzare con l’emisfero orientale.

Grazie alle caratteristiche del suo territorio ed ai particolari microclimi, la raccolta e la trasformazione delle spezie raggiunge un altissima qualità, apprezzata già all’epoca dai commercianti europei e porta la Réunion  a diventare fin da subito uno dei più importanti porti dell’Oceano Indiano per il commercio delle preziose spezie.

La Curcuma Madre

Chiamata anche “safran péi” é senza dubbio un’emblema della cucina creola, la sola parte centrale del rizoma, la “madre” dal colore  vivo e più ricca in curcumina, viene trasformato così da ottenere un prodotto di qualità eccellente e dagli aromi intensi e marcati.  Viene essiccata in maniera naturale a temperature controllate in modo da concentrare dolcemente le sue caratteristiche aromatiche d’eccezione.

I suoi utilizzi in cucina sono i più diversi, dalla classica aggiunta per insaporire i piatti di pesce o pollame, per aromatizzare sciroppi ed aceti, in pasticceria per confetture creme o biscotti, senza dimenticare le ultime tendenze che ne prevedono l’utilizzo anche nel campo dei  drink’s e della mixology moderna.

Lo Zenzero-Mango

Una variante straordinaria del più comune rizoma dall’aspetto simile, si differenzia sopratutto per gli aromi, una piccantezza sicuramente più tenue e dal colore leggermente più chiaro.

Dai profumi intensi ed il gusto fresco e terroso avvicinabile ad altre radici, trova il suo uso in cucina in tantissime preparazioni grazie alla sua versatilità di utilizzo e all’originalità delle sue fragranze, da provare con le tartare di pesce o in umido, con le carni bianche e quelle di maiale.

Effetto rinfrescante e dissetante utilizzato per profumare diverse tipologie di bevande come il thé freddo o i cocktails dal tocco esotico.

Pepe Rosa Bourbon

Sicuramente il più conosciuto tra i falsi pepi, lo schinus molle infatti non  appartiene alla stessa famiglia/genere delle piante di pepe, ma di quest’ultimo ricorda la forma.

Le bacche sferiche in maturazione assumono il caratteristico colore rosa intenso, quasi prive di piccantezza ma dai profumi ed aromi fruttati ed eleganti, il sapore dolce e delicato si adatta perfettamente alle preparazioni a base di pesce crudi come i carpacci, con i crostacei ed il  pollame, ottimo nelle preparazioni a base di uova o nella salse come la maionese.  Un tocco originale anche dietro il bancone del bar per rendere originale il vostro daiquiri, il gin tonic o il più classico negroni.

Pepe Selvaggio

Tra i pepi sicuramente uno tra i più rari e ricercati dai gourmet di tutto il mondo, il piper borbonensi marcato dalle caratteristiche di “terroir” tipiche della Réunion si presenta in classiche bacche dalle dimensioni ridotte e dalla piccola “coda”.  I suoi profumi “boisé” e leggermente mentolati lo rendono un pepe di straordinaria eleganza, dal gusto armonioso e dalla piccantezza equilibrata, estremamente versatile ne suo utilizzo, dai frutti di mare al pesce sia crudo che alla griglia, nelle salse, con le grandi carni rosse sino all’agnello, alla selvaggina ed in pasticceria con il cioccolato. Da provare senza indugio nei vostri cocktails più audaci.

Il Combava

Un agrume straordinario dalle origini ancora incerte, icona della cucina creola.  Il frutto fresco, si presenta con la buccia spessa, piuttosto increspata ed irregolare dal colore verde molto acceso, con pochissima polpa e succo.  Il  frutto combava viene utilizzato essenzialmente per gli aromi molto rinfrescanti ed intensi delle sue foglie  oppure della “zeste” grattugiata sia fresca che essiccata e polverizzata.

Del combava si utilizzano anche le foglie, dalla tipica forma ad 8 che caratterizza molti degli agrumi selvaggi ed offre degli aromi più erbacei e pungenti.

Viene utilizzato in moltissimi piatti, le foglie possono profumare le pietanze preparate al vapore come il riso bianco ed alcuni pesci oppure durante la rosolatura delle carni, la buccia sia fresca che in polvere può marcare con una forte identità le zuppe di pesce e crostacei o donare freschezza a tutte le preparazioni piccanti.  Sorprendente nelle infusioni,in alcool per le preparazioni di liquori ed in tutti i tipi di drink’s e bibite servite fredde.


i nostri produttori di fiducia